F3VMw6NHi-EXx06dOw01LRvvM19SefbWB6daz4tkcOU

Lelen Kennel | Allevamento American Staffordshire Terrier | Amstaff | Cuccioli Amstaff | Brescia | Milano| Bergamo |Lombardia |addestramento


Vai ai contenuti

Salute

La Razza



Essere buoni Allevatori significa salvaguardare la salute dei propri animali e della loro progenie.
Essere buoni Allevatori significa documentare, informare e supportare le famiglie che decideranno di avere un nostro piccolo come compagno di vita.

Essere dei buoni Proprietari richiede attenzioni e cure che vanno oltre l’estetica.
La buona salute di un cane dipende molto anche dalla capacità del suo proprietario di prevenire e intervenire tempestivamente in caso di necessità.

L'American Staffordshire Terrier ha la fama d'essere una razza rustica e priva di particolari accortezze a livello di salute.
Purtroppo non è cosi...

ATASSIA CEREBELLARE (NCL-A)

L’Atassia è una malattia genetica autosomica recessiva (cioè si manifesta solo se nel soggetto è presente una specifica coppia di geni mutati) che provoca una degenerazione del sistema nervoso.
Negli ultimi anni si è osservato un rapido incremento del numero di American Staffordshire Terriers affetti da tale patologia.
La malattia si dichiara generalmente tra i 3 e 5 anni: il cane affetto ha un’andatura traballante, delle crisi di contrazione muscolare, dei tremiti ed una cattiva gestione delle distanze.
Inizialmente i sintomi possono passare inosservati, in quanto il cane riesce a compensare i problemi causati dalla degenerazione neurologica, ma col progredire della malattia i sintomi diventano man mano più evidenti. La malattia progredisce durante le crisi, seguite da fasi di stabilizzazione arrivando a uno stadio finale in cui l’animale è incapace di spostarsi.
Allo stadio finale è necessario ricorrere all’eutanasia.
Si è osservato che alcune circostanze possono accelerare l’evoluzione della malattia: forti stress, gravidanza, anestesia generale (cani sottoposti ad interventi in anestesia generale, già al risveglio hanno mostrato un aggravamento dei sintomi, non reversibile).

Da circa un anno è possibile effettuare un test genetico per verificare se il cane presenta la coppia mutata di geni e svilupperà la malattia. Unico ente ufficiale in Europa per il test Atassia è Antagene (Francia) www.antagene.com

La presenza di un solo gene mutato non porta alla comparsa della malattia, soggetti CARRIER (portatori) NON manifesteranno MAI la malattia, unica attenzione sarà il loro utilizzo in riproduzione possibile solo con soggetti CLEAR.


Clicca QUI per ulteriori informazione e approfondire l'argomento


N.B. Tutti i nostri cuccioli sono garantiti NON affetti da Atassia e saranno accompagnati da copia dei test effettuati ai genitori e rispettivo deposito DNA.


DISPLASIA DELL'ANCA (HD) E DISPLASIA DEL GOMITO (ED)

Sono patologie multi genetiche e polifattoriali che colpiscono le articolazioni dell’anca e del gomito.
Multigenetiche perchè NON dipendono da un unico gene (la selezione può ridurre la possibilità della sua manifestazione ma non la annulla).
Polifattoriali perchè una forte responsabilità l'avrà lo stile di vita del cucciolo, l'alimentazione, il terreno su cui cammina, gli sforzi a cui verrà sottoposto.

Clicca QUI per ulteriori informazione e approfondire l'argomento



CARDIOPATIE

Ecco un elenco delle cardiopatie ereditarie più comuni nell’American Staffordshire Terrier:
Dotto Arterioso Pervio, Stenosi Aortica, Stenosi Polmonare, Difetto del Setto Ventricolare, Cardiomiopatia, Displasia della Valvola Mitrale, Displasia della Valvola Tricuspide.
Queste patologie possono essere evidenziate o escluse tramite un esame cardiologico approfondito (es. ecodoppler) eseguito da un Medico Veterinario cardiologo.


IPOTIROIDISMO

Disordine che, benché sia curabile con una pillola al giorno, è qualcosa che gli allevatori dovrebbero controllare. Un pannello completo, che includa il TGAA (autoanticorpi) dovrebbe essere eseguito ogni anno. Il T4 libero non è così accurato, in quanto non viene rilevata la presenza di autoanticorpi, che è un tratto ereditario.
La presenza di autoanticorpi porta ad ipotiroidismo, ma può volerci del tempo perché questo si rifletta sul valore di T4. Inoltre, in cane può essere positivo per gli autoanticorpi ma non avere manifestazioni cliniche finché la patologia non peggiora.












Torna ai contenuti | Torna al menu